Vai alla barra degli strumenti

Storia e cultura, arte e promozione del patrimonio rurale, si intrecciano attraverso una serie di itinerari turistici pensati per soddisfare ogni tipo di esigenza, mirabile spaccato d’Irpinia, incastonato nelle pendici del Monte Tuoro, racconta una terra di accoglienza e ospitalità.

ITINERARIO STORICO CULTURALE

19. Borgo Ripa

La zona del centro urbano, così chiamata, situata tutta al di sopra di via Piedicastello, è attraversata dalla via san Vincenzo a più ramificazioni. Le case sono arrampicate sulla roccia.
Il nome compare negli atti notarili fin dal 1500. Con atto del 26-5-1608 Bernardini de Neapoli fa sapere che la sua casa era sulla ripa e confinava con gli eredi di Satre a capo e Felippi de Foccillo. Nel testamento pubblico di Sebastiano de Neapoli del 25-10.1597 si legge che il testatore aveva la casa «ubi dicitur la ripa iusta bona Sebastiani foccilli».
Nella zona abitavano parecchie famiglie del casato de Neapoli nel XVII secolo. Queste notizie storiche ci fanno capire che la Ripa era in effetti un Borgo importante e con molti abitanti.

error: Il contenuto è protetto !!