Vai alla barra degli strumenti

TORRE NORMANNA

La Torre maestra del castello di Rutigliano, alta 34 metri e conosciuta come la Torre Normanna, fu una delle più antiche torri di guardia eretto più di mille anni fa nel punto più alto della collina del paese, a circa 130 metri di altezza. Attorno al Castello si sviluppò il vecchio borgo medievale di Rutigliano, frutto dell’arrivo e della fusione degli abitanti dei piccoli centri vicini di Azetium, Casilio, Tomegna, Bigetti, che permise l’ampliamento della struttura urbana.


Con l’insediamento dei Normanni il borgo venne ampliato e la Torre normanna fu riedificata secondo lo stile dei dominatori nordici, edificandola a pianta quadrangolare, divenendo simbolo del loro potere e del loro articolato sistema difensivo. Col passare del tempo, l’assetto del castello Normanno fu manomesso e il feudo di Rutigliano passò al Capitolo della Basilica di San Nicola di Bari che detenne l’amministrazione dell’intero territorio dal 1306 al 1806.


La Torre Normanna resta tra le meglio conservate del territorio pugliese, grazie ai lavori di restaurazione resi possibili dalla convenzione del comune di Rutigliano e la famiglia Antonelli, i proprietari del monumento. I lavori effettuati hanno permesso di riportare alla luce affreschi raffiguranti la Pietà, collocata nella sala adibita al culto, e di immagini iconografiche delle figure di San Michele, Sant’Antonio Abate, San Cristoforo e, per ultimo, il simulacro statuario di San Nicola posto nel cortile interno del castello.

error: Il contenuto è protetto !!